RSPP Esterno

Come previsto dal Testo Unico per la Sicurezza (D.Lgs. 81/08), il ruolo di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione può essere assunto direttamente dal Datore di lavoro o, in alternativa, può essere affidato (su diretta designazione del datore di lavoro) a dei professionisti esterni all'azienda che abbiano le capacità e i requisiti professionali adeguati alla natura dei rischi in azienda.
Lo studio è in grado di offrire, con la collaborazione di tecnici dalla comprovata esperienza professionale nei rispettivi settori, il servizio di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione esterno per tutti i macrosettori di attività.

VANTAGGI DEL NOMINARE UN R.S.P.P. ESTERNO

L'affidamento dell'incarico ad un professionista esterno si presenta come un'opportunità per il datore di lavoro in quanto presenta numerosi vantaggi:

  • esonera il datore di lavoro dall'obbligo seguire i corsi di formazione e di aggiornamento per RSPP previsti dall'art. 34 del D.Lgs. 81/08 e successive modifiche;
  • si assume l'onere di gestire tutta la documentazione relativa alla sicurezza nei luoghi di lavoro con particolare attenzione all'evoluzione della normativa vigente;
  • cura la formazione periodica delle maestranze in relazione alla sicurezza;
  • sottopone al datore di lavoro un resoconto dei sopralluoghi periodici mettendo in evidenza le anomalie riscontrate e le soluzioni da adottare;
  • formalizza l'analisi dei rischi, redige ed aggiorna il piano degli interventi necessari al mantenimento di un elevato grado di salute e sicurezza ei luoghi di lavoro;
  • fornisce in ogni momento assistenza telefonica;
  • organizza e gestisce la riunione periodica sulla sicurezza come richiesto dall'art. 35 del D.Lgs. 81/08 e successive modifiche.

L'incarico prevede:

  • l'individuazione dei fattori di rischio, la valutazione dei rischi e l'individuazione delle misure per la sicurezza e la salute degli ambienti di lavoro; il tutto naturalmente viene svolto nel rispetto della normativa vigente e sulla base delle specifiche caratteristiche dell'organizzazione aziendale;
  • la predisposizione, in collaborazione con Datore di Lavoro e Medico Competente, del Documento di Valutazione dei Rischi;
  • la predisposizione di uno scadenziario per il progressivo adeguamento alla legge;
  • l'organizzazione e di adeguate procedure per la gestione dei DPI;
  • l'elaborazione di programmi di informazione e formazione dei lavoratori come previsto dagli artt. 36 e 37 del D.Lgs. 81/08;
  • la costante assistenza al Datore di Lavoro nell'aggiornamento delle misure di prevenzione e protezione, sia a seguito di modifiche o evoluzioni del processo produttivo, sia a seguito di eventuali infortuni;
  • la proposizione di possibili soluzioni alle problematiche affrontate, anche eventualmente richiedendo i preventivi necessari, stilando i capitolati e fornendo consulenza di merito nella scelta delle migliori soluzioni proposte dai fornitori;
  • supporto al datore di lavoro nella stipula delle polizze assicurative RCT RCO verificandone la congruenza con l'attività svolta ed i rischi connessi;
  • partecipazione alla riunione periodica in materia di tutela della salute e di sicurezza di cui all'art. 35 del Decreto;
  • l'assistenza al datore di lavoro in caso di ispezioni o controlli da parte degli Enti preposti anche nella produzione della documentazione necessaria.

La cadenza delle visite, i tempi di assistenza e i relativi costi, saranno stabiliti ed aggiornati di comune accordo in base alle effettive necessità che emergeranno nel corso dello svolgimento dell'attività. Si evidenzia che l’attività professionale è coperta da specifica assicurazione.